logo sud sport
logo-fondazione-ymca-italia
logo-fondazione-ymca-italia

SudSport è una testata del Gruppo SudPress


whatsapp

info@sudsport.it

Lo Sport come lo raccontiamo noi

www.globnetcom.it

Pallanuoto: Giorgini Muri Antichi conquista la finalissima per la promozione in A2

26-05-2024 09:40

redazione

Pallanuoto, Cronaca, Focus,

Pallanuoto: Giorgini Muri Antichi conquista la finalissima per la promozione in A2

Ultimo scoglio battere la squadra del Salerno

muri-antichi-pescara.jpeg

GIORGINI OTTICA MURI ANTICHI-PESCARA N. E PN. 11-8


 

Grinta, cuore, compattezza, equilibrio. 

 

Si potrebbero usare tanti aggettivi per i Muri Antichi ma si possono riassumere in una sola parola: finale! 

 

I ragazzi di Aurelio Scebba battono il Pescara in gara-3 della semifinale playoff per l’accesso alla serie A2 e conquistano la finalissima. 

 

Rispettato quindi il fattore casa per la Giorgini che dopo aver vinto gara-1 a Catania e perso la seconda a Pescara ai calci di rigore, aveva soltanto un risultato per poter andare avanti. 

 

La vittoria, meritata e convincente è arrivata davanti al pubblico amico che non ha lesinato energie per sostenere i ragazzi, concentrati e uniti dal primo all’ultimo secondo di un match molto combattuto e ben giocato da entrambe le squadre. 

 

Adesso in finale la Giorgini Ottica dovrà affrontare la “vecchia conoscenza” Salerno, squadra già sfidata nello stesso girone e vittoriosa in semifinale contro Villa York al termine di due sfide equilibratissime.

 

LA PARTITA. 

Primo affondo e primo gol per i Muri, ci pensa Riolo. 

 

Russo impatta con il pari ma si scalda subito il mancino di Muscuso per il nuovo vantaggio. 

Cunko e Forzese entrambi con l’uomo in più realizzano. 

Ancora batti e ribatti col pari pescarese, ma Reina di giustezza la piazza. 

Nel finale Russo direttamente su rigore chiude il primo parziale sul 4-4. 

 

Il secondo, che risulterà quello decisivo ai fini del risultato finale, vede Muri partire bene con la solita bomba di Riolo. 

Giorgini che prova a dare il primo vero strappo alla gara. 

Forzese con l’uomo in più segna il 6-4 e Muscuso, direttamente su rigore guadagnato al centro da Lanto, prova a far scappare i Muri sul +3. De Vincentis ricuce ma ancora un rigore guadagnato da Lanto permette a Trimarchi di segnare con freddezza il momentaneo 8-5. 

 

Nel terzo apre le danze Micheletti, la tensione è sempre più palabile in vasca. 

Vittoria chiude bene in un paio di occasioni e la difesa Giorgini funziona nelle palle decisive. 

Trimarchi servito da Vittoria imbuca ma ancora il gol del -2 Pescara tiene vive le speranze abruzzesi. 

Non è finita perchè Foti su azione confusionaria di contropiede segna il 10-7. 

 

Nel quarto e ultimo parziale i ragazzi di Scebba con grande spirito di sacrificio e collaborazione riescono a tenere a bada le offensive ospiti. 

Micheletti prova a trascinare fino all’ultimo i suoi, ma a poco più di 3’ dal termine chi poteva essere se non il capitano Muscuso a mettere dentro la palla del l’11-8 che regala la tanto desiderata finalissima ai Muri Antichi.

 

LE INTERVISTE. 

 

“La squadra ha meritato la qualificazione alla finale – ammette il presidente Luigi Spinnicchia – avendo vinto due partite in controllo in casa e pareggiato a Pescara, la logica della serie dice quindi che Muri Antichi hanno meritato l’accesso. Ci tenevamo tantissimo ad andare in finale per onorare il campionato che ci ha visto primeggiare per diverso tempo. In questi match con la posta in palio così alta in certi momenti gli aspetti tecnici e tattici lasciano il tempo che trovano ed è il cuore a fare la differenza come dimostrato quest’oggi. Quando giochiamo di squadra dimostriamo di essere di un altro livello. Ci andremo a giocare questa bellissima finale contro una squadra molto forte come Salerno ma adesso non possiamo più nasconderci, l’obiettivo è uno solo”.

 

“Partite come quella di oggi – dichiara mister Aurelio Scebba – sono partite di emozioni e di tensioni, i ragazzi sono stati fantastici a saperle gestire. Volevamo a tutti i costi la finale era il nostro obiettivo e lo abbiamo raggiunto. Adesso ci prendiamo un giorno per festeggiare perché è stata una grande impresa, poi penseremo al Salerno dove l’obiettivo sarà fare ancora meglio. I ragazzi sono stati uniti e pronti a soffrire, quando si interpretano così le partite è un piacere vederli giocare”.


 

TABELLINO 

GIORGINI OTTICA MURI ANTICHI- PESCARA N. E PN. 11-8


 

GIORGINI OTTICA MURI ANTICHI: Nicolosi, Marano, Trimarchi 2, Foti 1, Riolo 2, Lanto, Forzese 2, Reina 1, Cassone, Belfiore, Muscuso 3, Basile, Vittoria, Emmi. 

All. Scebba.

 

PESCARA N. E PN.: Prosperi, De Vincentis 1, Fredducci 1, De Luca, Cunko 1, Castagna D:, Giordano 1, Russo 2, Micheletti 2, Bartocci, Cerasoli, D’Incecco, Brandoni. 

All. Malara. 

 

Arbitri: Rotondano e Guarracino.

Note. Parziali: 4-4, 4-1, 2-2, 1-1.


logo-global.webp
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder